volantino processo reggio calabria 21/01/2016

reggio

Categorie:General Tag:

videoinchiesta de La Repubblica

video di 12 minuti edito da La Repubblica sul settore lavorativo dello spettacolo. Mette in luce parecchi punti chiave del discorso portato avanti  dai lavoratori che in questi mesi,  partendo dall’analisi delle proprie condizioni lavorative,  si sono riuniti e hanno prodotto iniziative.

L’inesistenza come categoria. La responsabilità di chi pianifica, progetta e finanzia gli eventi riguardo le (determinanti) scelte sui tempi e sui materiali con i quali poi gli operai devono garantire la riuscita dell’evento, comunque. L’inadeguatezza dell’attuale sistema previdenziale e assicurativo, e non solo in caso di infortuni.   Contratti fittizi. La faciloneria con cui vengono messe pezze a livello burocratico che poi nella realtà dei fatti non valgono niente, soprattutto se si tratta dell’effettiva tutela di chi lavora materialmente. Il tentativo di accollare ai lavoratori la garanzia della sicurezza, in un contesto in cui l’organizzazione dei materiali e del personale sembra avvenire sempre all’ultimo momento.  La poca chiarezza di compiti e progetti prima di arrivare sul campo.  Le location inadeguate.

guarda il video

guarda le foto

Categorie:General Tag:

MOSTRA FOTOGRAFICA a MACRO TESTACCIO

Dal 21 al 23 settembre verranno esposte alcune foto riguardanti il nostro lavoro nell’ambito di WORK FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma, presso La Pelanda a Macro Testaccio.

n.b. l’ingresso ai padiglioni A e B è a pagamento, mentre l’ingresso a La Pelanda è libero. Orari di apertura 16:00-22:00

Riportiamo qui il testo che introduce le immagini.

 

IL PALCO E’ UN CANTIERE

Rigger, scaffolder, tecnici, facchini.

Ci si può chiedere in cosa consista il nostro lavoro. Nomi mai sentiti. Ultimamente comparsi sui giornali. Dopo il crollo del palco su cui avrebbe suonato Jovanotti a Trieste nel dicembre 2011, dopo il crollo del palco di Laura Pausini a Reggio Calabria a marzo 2012. Incidenti che hanno provocato la morte del facchino Francesco Pinna e del rigger Matteo Armellini. Incidenti che non hanno ancora dei responsabili.

Ci si può chiedere in cosa consiste il nostro lavoro. Costruiamo palchi per i concerti, megastrutture lunghe 40 metri e alte 25. E’ un lavoro oscuro e sconosciuto non solo perché lo svolgiamo prima e dopo che migliaia di occhi si posino su ciò che noi abbiamo costruito. Il motivo profondo è che per creare l’incanto, quello che noi facciamo deve restare nascosto, noi dobbiamo essere invisibili! Il pubblico deve potersi illudere che la sua star possa aver fatto ogni cosa da sola. Nessuno vuole davvero sapere come è stata catturata la sua attenzione. I giochi di luce, il volume del sound, la grandezza della struttura, sono il frutto misterioso della presenza della star, strumenti ipnotici per attirare la massa. E dopo quelle due ore di concerto, lo spettacolo finisce, non resta più nulla a testimoniare ciò che è avvenuto se non il ricordo emozionato e confuso di chi ha partecipato. Il ricordo e le fotografie.

Per questo abbiamo scelto una mostra fotografica. Per provare a svelare i trucchi che si nascondono dietro la messa in scena dei grandi concerti. Vogliamo mostrare il volto vero di un mondo finto. Un mondo in cui e di cui abbiamo vissuto per anni, che ci ha dato tanto e che ci ha tolto tanto. Un mondo da amare o da odiare, fatto di uomini e donne che lavorano nel più concreto dei modi per ottenere il più effimero dei risultati.

Motore tenace del progetto è Paola Armellini, che da maggio 2012 organizza a Roma esposizioni di fotografie scelte tra gli scatti del figlio. Vuole mostrare, non vuole che si dimentichi. Alle fotografie di Matteo si sono aggiunte quelle scattate da noi mentre lavoravamo, suoi compagni e colleghi. Infine altri amici hanno portato altri sguardi recenti.

E’ evidente l’eterogeneità dei punti di vista, molteplici, interni ed esterni ad un lavoro che si è trasformato in tragedia. Crediamo che questo sia il valore della mostra. Far conoscere una categoria di cui si ignora l’esistenza: fantasmi che lavorano in altezza, svolgendo mansioni pericolose che richiedono grande competenza e professionalità. Fantasmi che non vogliono più essere tali e che rivendicano condizioni lavorative adeguate, sicurezza e dignità. Diritti fondamentali che questo sistema produttivo non riconosce al lavoratore che prima di essere tale è un uomo.

 

Categorie:General Tag:

rassegna stampa giugno-luglio 2012

riforma del lavoro luglio 2012

sono stati aggiunti tre link, nella sezione LEGGI E ROBA VARIA (nella barra laterale destra),  riguardo le novità introdotte dalla riforma passata pochi giorni fa alle Camere. Uno riguardo il contratto di lavoro a chiamata o contratto di lavoro intermittente e l’altro che riporta il testo di legge dell’intera riforma, l’ultimo invece è un opuscolo di analisi della riforma del mercato del lavoro.

Di fatto dal 18 luglio 2013, chiunque di noi abbia tra i 25 e i 55 anni di età non può più lavorare tramite il contratto di lavoro intermittente,  adottato dalla maggior parte delle cooperative di servizi per lo spettacolo.

Urge quindi riprendere la parola nell’ambito della discussione sul Contratto Collettivo Nazionale di Categoria, dal momento che dovrà essere pronto per forza di cose di qui ad un anno.

NON LASCIAMO CHE A DECIDERE PER NOI  SIANO SOLO BUROCRATI E OPPORTUNISTI.  RISPETTO A TALE QUESTIONE E’ URGENTE RIUSCIRE A ORGANIZZARE UN INCONTRO CON I LAVORATORI DELLE ALTRE CITTA’ SUBITO DOPO L’ESTATE.

STAY TUNED!

video del primo maggio , una nuova intervista

i video del 1 maggio 2012 …. scusate il ritardo

1 maggio 2012

1 maggio 2012: mentre qualcuno canta

una nuova intervista sulla radio web  radiocane dal titolo:

mercenari dello showbiz: un’inchiesta

 

26 giugno assemblea cittadina delle realtà autorganizzate

Martedì 26 giugno alle ore 17.00 presso la facoltà di Fisica dell’università La Sapienza, vecchio edificio, ci sarà il terzo incontro cittadino dei collettivi e delle realtà autorganizzate di lavoratori e studenti, che stanno dando vita ad un percorso organizzativo per rendere più efficaci e complessive le lotte e le vertenze, già in atto o da promuovere in futuro, nei territori e sui posti di lavoro.

Categorie:General Tag:

info point 21-24 giugno al forte prenestino

da giovedì 21 a domenica 24 giugno avremo a disposizione uno spazio comunicativo all’interno del festival Crack fumetti dirompenti, ospitato dal Forte Prenestino. Saremo presenti con i nostri volantini, i manifesti e la mostra fotografica curata dalla mamma di Matteo.

Categorie:General Tag:

nuovi articoli inseriti

rassegna stampa nuova pagina sul blog

in questa sezione troverete molti articoli di giornale sia cartaceo che web divisi in varie categorie.

Molti articoli e interviste lasciano il tempo che trovano, altre sono offensive da qualsiasi punto di vista le si voglia leggere, altre sono interessanti e utili per il proseguimento del dibattito sul nostro settore lavorativo.

Lo scopo di fare un archivio di articoli serve solo per non dimenticare quello che è stato detto ed è  successo anni fa, in questi mesi e in quelli che verranno.

rassegna stampa